Novara possibile baluardo dell’acqua pubblica, ma manca “l’irrilevanza economica”

Con la modifica statutaria «Acqua bene comune dell’umanità», il Consiglio Comunale del 20 giugno ha portato a compimento un percorso iniziato più di un anno fa, con la deliberazione consigliare del 16 aprile 2012, presentata dal consigliere Alfredo Reali(Sel).
È stata di parola l’amministrazione che, come ci ha spiegato l’anno scorso l’assessore all’Ambiente Giulio Rigotti, aveva assunto l’impegno di introdurre nello Statuto Comunale gli elementi essenziali di quella mozione.
Ma veniamo a noi: al punto 9 della piattaforma L10 chiediamo «che il servizio di erogazione dell’acqua rimanga pubblico» e che nello statuto del Comune «si definisca l’acqua come bene privo di rilevanza economica».
Per quanto riguarda la prima richiesta, sappiamo che la proprietà e la gestione della rete idrica, così come quella del servizio di erogazione, fanno capo alla Acqua Novara.VCO, una società per azioni a capitale completamente pubblico.
Nello Statuto invece nessun accenno alla valutazione economica, nonostante la mozione del consigliere Reali definisse il servizio idrico integrato «privo di rilevanza economica» e, come tale, «non soggetto alla disciplina della concorrenza».

Continue reading

Posted in Politica | Tagged , , , , | Leave a comment

Raimondo Giuliano, dopo la condanna arriva la sospensione dal consiglio comunale

“Anno nuovo vita nuova”. Chissà se l’ha pensato anche Raimondo Giuliano quando ha deciso di abbandonare il Pdl per entrare a far parte della nuova formazione politica “Fratelli d’Italia”. Per la sua carriera politica il 2013 avrebbe rappresentato una svolta, ma sicuramente non se ne aspettava una così brusca.

Solo una settimana fa è stato condannato dal Gup per irregolarità riscontrate durante la campagna elettorale per le ultime elezioni amministrative (2011): in pratica l’accusa è di aver praticato propaganda elettorale oltre i limiti temporali consentiti dalla legge. Come lui altri due assessori della giunta Giordano-Moscatelli, Massimo Contaldo del Pdl, delegato a Welfare e Politiche sociali, e Giancarlo Pessarelli, ex assessore alla Cultura in quota Lega Nord.

Cinque mesi a Pessarelli, secondo l’accusa reo di aver chiesto sostegno in una lettera di commiato inserita nella newsletter del Coccia; quattro mesi a Contaldo, che ricordò attraverso la mailing list del Centro per la famiglia, i servizi prestati ai novaresi; quattro mesi anche a Raimondo Giuliano, che fece distribuire nelle scuole un opuscolo in cui, secondo l’accusa, si sottolineavano i meriti della propria amministrazione.

Continue reading

Posted in Politica | Tagged , , , | Leave a comment

Piano triennale delle opere pubbliche e sicurezza scolastica

Presentato lunedì sera al quartiere Nord di Novara il Piano Triennale delle Opere pubbliche 2013-2015. Il programma è stato relazionato dal sindaco Andrea Ballarè e il vice sindaco Nicola Fonzo nell’appuntamento “Decidere insieme”. Un momento importante per L10 Novara, perché è questo uno dei luoghi in cui le idee si tramutano in cifre, fondamentali per divenire concretezza.

Continue reading

Posted in Politica | Tagged , , , , | Leave a comment

Novara, Google e l’Open politica

Il comune di Novara apre a Google. E’ la notizia del giorno con le elezioni di Barack Obama. In un’epoca in cui solo lo 0.03 % dell’informazione esistente si trova su supporto cartaceo (vedi ricerca di Berkely) direi una conquista. Certo, il digital divide è un probelma serio e forse una promessa si sta realizzando: cioè migliorare tutte le misure intese ad accrescere la possibilità per i cittadini di accedere alle informazioni.
Come L10 crediamo che le risorse informatiche debbano diventare strumenti per la partecipazione democratica, oltre che per un uso più responsabile ed intelligente dei fondi (avanti tutta sull’open-source). Abbiamo a cuore la democrazia, e sogniamo di farla funzionare.
Continue reading

Posted in Politica | Tagged , , , | Leave a comment

Quando la politica svende la sovranità

Arena, ex sindaco di Reggio Calabria: “il mio onore è salvo; chi pensa che il commissariamento servirà davvero a risolvere il problema della ‘ndrangheta?”

Africo; Amantea ; Bagaladi; Borgia; Botricello ; Bova Marina; Briatico; Calanna; Camini; Careri; Ciro’; Condofuri; Corigliano Calabro; Cosoleto; Delianuova; Fabrizia; Gioia Tauro.
Questi sono solo i primi della lunga lista dei 52 comuni calabresi sciolti per mafia, ed è labile il confine tra infiltrazioni e contiguità mafiose.
Il 10 ottobre la lista acquista anche il primo capoluogo di regione, Reggio Calabria, e siamo a 53. Continue reading

Posted in Politica | Tagged , , | Leave a comment

Approvata la diretta streaming dal Consiglio Comunale

Il Consiglio comunale ha accolto favorevolmente la mozione del consigliere Luca Zacchero (M5S) riguardante la ripresa in diretta streaming delle sedute del Consiglio, delle Commissioni consigliari e di ogni altra riunione istituzionale. Il testo originale è stato più volte modificato, unificando le proposte dei vari gruppi consiliari (in particolare Lega, Udc e Pd) in merito a competenze, privacy e costi. L’iniziativa non può che accrescere la possibilità per la cittadinanza di accedere alle informazioni, munendosi di quegli strumenti utili alla cosiddetta “Open Politica”, e di poter osservare i propri rappresentanti mentre prendono decisioni per la collettività. Insomma, un buon passo verso una trasparenza amministrativa sempre più a portata di click.
Il costo per dotare il progetto della strumentazione necessaria, si aggira intorno ai 4.500 euro (comprende telecamere, monitor e computer). Costo, comunque, recuperabile entro l’anno, in quanto cesserebbe l’acquisto e l’utilizzo di dispositivi a nastro magnetico. Ventinove voti a favore. Approvata all’unanimità.

Cesare Strazzacappa

Posted in Politica | Tagged , , , , | Leave a comment

Dimmi come spendi i soldi (pubblici) e ti dirò chi sei

Un buco da 18 milioni di euro. Questo il risultato scioccante “ereditato” dall’amministrazione precedente di centro-destra, per due legislature al governo della città (“dieci anni di incrostazioni”), esposto dal sindaco Andrea Ballarè nella serata di restituzione del bilancio, tenutasi la scorsa serata alla sede del quartiere Nord.

18 milioni di euro irrecuperati. Frutto di scelte politiche non lungimiranti e condotte con incapacità decisionale, secondo la tesi del sindaco.
Milioni di euro mancanti che vanno ricercati nei “buchi” scoperti tra le maglie nascoste della cattiva gestione del Teatro Coccia, “che, oltre ad avere una perdita annua di 1,3 milioni, non pagava i contributi allo Stato e che per questo non riceveva finanziamenti”. E ancora nell’inserimento “folle” a bilancio preventivo di oltre 8 milioni di multe non riscosse, risalenti a decenni fa e imputate a soggetti ad oggi irrintracciabili. Capitali non riscossi, ma che inseriti a bilancio costituivano una possibilità di spesa solo su carta, del tutto impraticabile sul piano reale.
“Un anno di lavoro che ci è servito per porre le basi di un cambiamento -continua il sindaco – che da oggi comincerà a svilupparsi. Abbiamo fatto un lavoro preparativo: ora parte la sfida. Un anno di lavoro rallentato dalla continua necessità di far fronte alle emergenze economiche: prima su tutte quella relativa alla gestione dello Sporting“.
Il palazzetto, che inizialmente doveva costare 20 milioni di euro – valore poi lievitato fino a 32 milioni – grava sulle casse comunali per 800 mila euro annui. “Un contratto che mette in seria difficoltà l’amministrazione”, vincolata oggi ad uno stato di arbitraggio “pacifico” con la gestione del palazzetto, in vista di una ridefinizione delle responsabilità.
La volontà del  Comune è di ottenere piena gestione del bene. Procedura non semplice da mettere in campo, in quanto comporterebbe il pagamento di un esborso (ancora variabile) dai 5 ai 12 milioni di euro. Traduzione: un finanziamento per 35 anni a 600 mila euro annui.

Continue reading

Posted in Politica | Tagged , , , , , , , , | 2 Comments

Lo stato dell’acqua pubblica

L’incontro organizzato dal comitato novarese per l’acqua pubblica ha creato l’occasione per un confronto sul tema dell’acqua pubblica, ad un anno dal successo referendario che portò alle urne oltre 26 milioni di cittadini.
Per L10 è stato anche il momento per verificare il lavoro svolto dall’attuale giunta comunale in merito all’attuazione del punto 9 della piattaforma politica di Libera Novara, ovvero quello che chiede l’iscrizione nello statuto comunale dell’acqua come bene comune privo di rilevanza economico.
Sui passi avanti svolti dalla giunta Ballarè, anche essa giunta al primo anno di lavoro, abbiamo intervistato l’assessore comunale all’ambiente Giulio Rigotti.

L’acqua e il potere a Novara
di Giuseppe Passalacqua

‹‹Veicolo, solvente e associante, necessario ad ogni sangue e a ogni linfa, al ricambio di ogni organismo. Scienziati, filosofi e poeti hanno meditato a lungo per scoprire la sua struttura, la sua essenza salvifica e purificante… Dall’acqua possiamo imparare, come fanno i contadini. Essa è una parte di noi: è anche noi››.
Queste furono le parole di Danilo Dolci durante le lotte per l’acqua a S. Giuseppe Jato.
Sessant’anni dopo, un referendum popolare ristabilisce il significato di quelle parole. Una straordinaria partecipazione sociale vede 26 milioni di cittadini esprimersi a favore dell’acqua come bene pubblico. Un successo che diventa leva per un cambiamento culturale e strutturale del potere.

Continue reading

Posted in interviste, Politica, Senza categoria | Tagged , , , , , | Leave a comment

21 marzo 2012: il Comune con Libera per dare il via alla primavera

Quando Libera s’inventò nel 1996 la “giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime innocenti delle mafie” (e non la “giornata dell’antimafia”, come a qualcuno pare talvolta di capire) lo fece per ricordare il sodalizio indivisibile che lega il movimento antimafia alla vicinanza umana, sempre dolorosa nella sua profondità, delle storie raccontate, degli oltre 800 nomi incalzanti che scandiscono la lunga marcia annuale.
Nulla di quello che Libera e le associazioni aderenti fanno sarebbe credibile se non fosse costantemente intinto nell’orticante bisogno di vicinanza reciproca ai familiari delle vittime.
Loro, in centinaia, ci saranno e come ogni anno apriranno il corteo.

Tra pochi giorni saremo a Genova per la diciassettesima edizione, con oltre 100 pullman da tutto il Piemonte (7 dei quali solo dalla provincia novarese). Andremo nella regione dei fuochi, quella di Bordighera e Ventimiglia (sciolti per mafia a soli 11 mesi di distanza), quella del giudice Boccalatte e della sua Imperia, quella del Festival di Sanremo e degli attentati incendiari “ogni 36 ore“, degli Arenella a la Spezia, dei Mamone, quella del controllo portuale dei traffici illeciti provenienti da tutta Europa.
Tra pochi giorni saremo a Genova a chiedere una nuova primavera e a raccogliere l’energia collettiva necessaria per spingerci un po’ più in là anche nel nostro territorio.

E’ dunque con gioia e soddisfazione che apprendiamo la scelta del Comune di Novara di partecipare alla commemorazione cittadina della “giornata”, sancita dalla legge regionale 104 del 2007 e iscritta al terzo punto della piattaforma L10 Novara.
La lettura dei nomi, che sarà animata pubblicamente da alcuni ragazzi della scuola media “Duca d’Aosta”, si terrà mercoledì 21 marzo presso il Broletto, alle 17:30.
Accogliamo la notizia con soddisfazione, perché crediamo fortemente che la costruzione di una visione comune tra cittadini e amministrazione non possa essere, su questi temi, materia eludibile o opinabile.
Il rispetto puntuale di tutti gli impegni assunti in campagna elettorale sulla piattaforma L10 rimane il nostro obiettivo e con questa consapevolezza rinnovata ci mettiamo in marcia verso il golfo.

Posted in Politica | Tagged , | Leave a comment

Comitato Acqua Pubblica: a Novara ridefinizione dell’impegno referendario

Il Coordinamento Novarese per l’Acqua Pubblica ha indetto per la giornata di venerdì 10 febbraio una conferenza stampa per ridiscutere le posizioni del comitato in seguito al voto referendario del giugno 2011 e per avanzare al Comune di Novara una proposta di delibera ad iniziativa popolare. La conferenza stampa si terrà alle ore 11:30, presso la Camera del lavoro di via Mameli.

Comunicato stampa: 

Il 12 e 13 giugno 2012,  più di 26 milioni di Italiani, tra cui il 54% degli elettori della provincia di Novara  hanno detto Sì all’abrogazione di ogni forma di lucro sull’acqua.
Si sono espressi su due quesiti uno sulla gestione dei servizi pubblici locali e uno sulla determinazione della tariffa del servizio idrico.
In maniera inequivocabile, con una percentuale di oltre il 95%, la volontà popolare ha sancito che l’acqua sia un bene pubblico, gestito pubblicamente e dal quale non è possibile trarre profitto. L’esito referendario è vincolante essendo fonte del diritto primaria.
Nei mesi precedenti il referendum molti consigli comunali nazionali hanno adottato una delibera che sancisce il servizio idrico come Servizio privo di rilevanza economica, nella nostra provincia hanno deliberato in tal senso i comuni di Arona, Castelletto Ticino e Oleggio.

A Novara chiediamo di riproporre la delibera portandola alla approvazione entro il 22 marzo 2012  in occasione della Giornata mondiale dell’acqua, segnalando che l’anno in corso è stato dichiarato Anno europeo dell’acqua.

Posted in Senza categoria | Tagged | Leave a comment